LIBRI DA LEGGERE: “BORN TO RUN”

"Born to run" scritto da Chris McDougall
“Born to run” scritto da Chris McDougall

Libri di Sport: Nati per correre di Christophe McDougall
– Mondadori Strade Blu – Pag. 384 – Euro 17,50.

I Tarahumara nati per correre. Nel profondo Messico, una tribù fantastica e misteriosa. L’incredibile storia di una corsa di 160 km.

Chihuahua è la più grande regione del Messico, nel Nord dello stato, confina col Texas e il Nuovo Messico, la più misteriosa per l’orografia ricca di pianure, deserti e impervie montagne dai grandiosi Copper Canyon, che superano quelli dell’Arizona. La Sierra è l’ultima trincea dove vivono i Tarahumara, etnia totalmente diversa dalle consuetudini, in un territorio tanto ricco di leggende, quanto arido e inospitale. Atleti naturali portati per le lunghissime distanze, odiano i contatti con i bianchi e l’evoluzione tecnologica. Vivono di agricoltura e pascolo e di baratti. In questo teatro dai fondali imperscrutabili, l’autore inviato dal “New York Times Magazine” per ritrovare una pop star, sceglie una strada diversa. Nasce dal caso l’avventura di un’impossibile corsa, che riunisca sia i locali che alcuni dei più grandi specialisti delle ultra. Trama che che in certi passaggi ricorda Emilio Salgari e Giulio Verne. Tantissimi personaggi, lungo una galleria variopinta e intrigante: da Caballo Blanco il riferimento della storia, l’unico che dialoga con i tarahumara, a coprotagonisti come Rick Fisher e Ted Lo Scalzo organizzatori e ricercatori, Scott Jurek e la moglie Leah, atleti per scelta idealistica, lo scienziato Vigil, i surfisti corridori Jenn e Billy, la bionda Ann e Arnulfo, Herbolisto, Manuel Luna, Cerrildo, Victoriano farfalle d’altura dalle ali magiche. La messa a fuoco stile radiocronaca delle gare infinite: minuto per minuto in un susseguirsi di situazioni mozzafiato, crisi e recuperi, dove ogni concorrente viene messo a fuoco sportivamente e caratterialmente sale sulla cima dell’attenzione. Ampie dissertazioni sullo studio delle risorse dei top, quei campioni che hanno lasciato il segno nella storia delle imprese. Una lunga favola vera, da non perdere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *