Archivi categoria: CA.I.

I NOSTRI VETERANI

E’ giunto il momento di parlarvi di un’altra nostro grande veterano: Piero Esposito.
Ha iniziato a correre per una “spinta di salute” e la sua prima vera squadra podistica è stata la Fedi dove dopo un anno decise di abbandonarla per il poco attaccamento al gruppo. Successivamente grazie alla spinta di Ruffoli Roberto e a una passione per lo sport in generale ha iniziato a far parte dei caini, senza mai tradire i nostri colori.
Nella sua carriera ha partecipato a centinaia di competizioni, la maggior parte delle quali a Pistoia e nei dintorni. Egli ha anche corso però in Romagna, Lombardia, presso il lago di Garda e persino sulla diga del Vajont. Tra le sue più grandi e dure avventure sicuramente vi è il Passatore, affrontato con successo nel 1987, la partecipazione a 3 edizioni della Pistoia-San Marcello, a 5 della Pistoia-Abetone (competizione corsa fino al 2001), alla 50 km di Romagna, alla Porretta Corno alle Scale e a 10 maratone tra cui quella di Livorno, di Garda, del Mugello e di Firenze per ben 4 edizioni.
Oltre a queste competizioni di grande spessore a livello nazionale, questo nostro grande veterano caino si è avventurato anche in varie competizioni fuori dal nostro paese come: la maratona di Parigi (1986), di New York (1988) e di Varasvy in Iugoslavia (1986).
E’ inoltre da segnalare la splendida amicizia che tutt’ora esiste con altri due grandi caini: Ezio Cipolloni e Marco Corsini, con cui ha vissuto una miriade di avventure podistiche, tra cui la competizione “Prato Bocca di Rio” e la passeggiata del Vajont.
Ma tra le sue gare preferite sicuramente troviamo: “Le 5 fontane”, una classica gara pistoiese degli anni 80′, ma anche “Il Ghibellino” e “La passeggiata pistoiese”.
Tra i suoi personali invece abbiamo: uno splendido tempo nella maratona di Firenze del 1988 di 2h 49′, nella Pistoia-Abetone del 1987 di 4h48′ (all’epoca 53 km) piazzandosi come 46° assoluto, nella mezza di Signa del 1987 di 1h 20′ e nella 12x1ora del 1988 dove ha percorso  ben 16km.
Come suo miglior piazzamento nella carriera podistica è sicuramente un meritatissimo 7° posto in una gara a Pescia ma anche una continua persistenza tra le prime posizioni del campionato interno fino al 1992 con una media tra i 700 e i 1000km.
Oggi il nostro caro veterano continua a partecipare alle gare domenicali, passeggiando insieme al nostro presidente Bonistalli e ad altri amici caini; ma fino all’anno scorso anche lui ha sempre continuato a dare il suo meglio nelle varie competizioni.
Inoltre vorremmo ricordare la sua grande attività all’interno dell’amministrazione caina in cui troviamo anche sua moglie Anna, la sua più grande sostenitrice, fin da sempre.
Infine parlando del C.A.I; ci ha detto che:” Il rapporto col gruppo è da 10, soprattutto grazie al presidente che come un grande leader, si sacrifica per tutti gli altri e ha sempre fatto tutto il possibile per la nostra sede”.
A te, caro Pierino, possiamo solo dedicarti un profondo GRAZIE.

I NOSTRI VETERANI

E’ arrivato il momento di parlare di un veterano che ormai da tanto tempo è iscritto al gruppo podistico CA.I. Pistoia, precisamente da 33 anni, e che attualmente fa anche parte del nostro consiglio amministrativo.
Costui non può che essere il nostro caro Ezio Cipolloni.
La sua storia è molto bella e curiosa: tutto ebbe inizio grazie alla figlia che mentre frequentava la scuola media lo convinse a partecipare ad un allenamento con la squadra della classe. Stanco, ma felice della sua prima corsetta, decise di tentare la sua prima vera gara podistica proprio la domenica successiva affrontando “I Granocchio”, una corsa di 14 km e nonostante la sua inesperienza arrivò a metà classifica.
Dopo qualche giorno di meritato riposo iniziò ad allenarsi periodicamente ogni settimana e soprattutto a competere ogni domenica.
Ad ogni gara ha potuto approfondire sempre di più le amicizie con gli altri caini come con il nostro Piero Esposito e Marco Corsini.
La sua gara preferita è sempre stata quella di “Da San Giminiano a Volterra e viceversa” (30 km), una competizione con un percorso collinare molto bello che si percorre in entrambi i sensi ogni 2 anni e ha portato il nostro ex atleta a grandi risultati come si può notare dal suo personale di 2 h 5′ verso Volterra e di 2 h verso San Giminiano tra il 1989 e il 1991. Un altro grande personale è sicuramente quello ottenuto nella Pistoia-S Marcello di 2h 28′.
Nella sua carriera ha percorso centinaia di gare e migliaia di km, arrivando addirittura un anno ad essere 2° nel campionato interno del CA.I. con la bellezza di 992 km, il quale è il suo record personale.
Ha sempre preferito le corse brevi (10-20 km), ma si è avventurato anche in competizioni più impegnative come: la maratona del Garda nel 2007 all’età di 59 anni  e completata in 4h 2′, Prato Bocca di Rio, la Firenze Marathon, la maratona di Livorno, la passeggiata del Vojont e la Pistoia-Abetone dove dopo 2 tentativi , nel 2007 riuscì nell’impresa.
Parlare di quest’uomo  in un singolo articolo non è possibile ma sicuramente possiamo dire che è stato un grande atleta, che tutt’ora compare tra i primi 20 piazzamenti del campionato interno e che grazie a persone come il nostro caino Biggi e i due padri del CA.I: Bucci Alberto e Bonistalli Roberto, è sempre riuscito ad implementare il suo livello agonistico e a rendersi sempre disponibile per il gruppo.
Proprio per questo noi caini ti ringraziamo della tua lealtà e del tuo grande amore verso il CA.I.

AGGIORNAMENTI: MONDO CORSA

Da parte degli amministratori di tale sito vi comunichiamo che Mondo Corsa ha appena pubblicato il nuovo sito con le vendite online!!!
Di seguito  vi riportiamo il loro link, che sarà visibile anche nella colonna a destra di questo sito sotto la sezione CONTATTI————> e da cui potrete vedere la collaborazione con tutti i loro partners (tra cui noi caini) e la possibilità  di collegamento ad ogni rispettivo sito con un click.

http://www.mondocorsa.net/partners.html

Vi ricordiamo inoltre che gli iscritti al gruppo podistico CA.I. Pistoia hanno diritto ad uno sconto e che l’indirizzo del negozio è il seguente:
Via del Villone 9 Pistoia 51100
Tel: 0573/774636 (Francesco)
P.Iva 02423820972

I NOSTRI VETERANI

Oggi abbiamo deciso di parlarvi di uno dei nostri veterani caini che fa parte del nostro gruppo da ormai 40 anni, essendo così uno degli atleti più fedeli alla nostra maglia.
Signorini Giuliano, infatti, è sempre stato fedele al CA.I. Pistoia dal 1980, anno in cui entrò a far parte del club alpino per poi unirsi alla sezione del podismo grazie all’amicizia con il nostro presidente e di altre persone vicino al CA.I. come Leonardo Ferretti.
Oltre alle conoscenze però, Giuliano afferma che altri tre fattori per cui ha sempre indossato la nostra maglia: la disponibilità del presidente e dei vari membri della squadra, la sua passione nella lettura e collezione della rivista mensile “La Montagna”, di cui  possiede tutti i numeri a partite dalla sua data d’iscrizione e soprattutto per la spinta da parte della moglie Gianna a correre ogni domenica.
La sua prima corsa podistica (1980) è stata niente di meno che la Pistoia-San Marcello che ha concluso senza essersi mai allenato e intrapresa a causa di una scommessa tra colleghi. Da quel momento ha iniziato a correre tutte le gare della zona e della Toscana (ma non solo) arrivando anche in un anno ad essere primo nel campionato interno del CA.I. per km percorsi con più di 800 km.
Nella sua carriera non ha mai voluto competere agonisticamente ma ha comunque percorso delle gara di grande rilievo come la 50 km di Romagna, il Passatore (ben 8 volte di cui 4 volte fino alla fine), la 50 km di Romagna e 2 volte si è cimentato nella 12 ore in pista che consiste in una staffetta di 12 atleti.
Non ha mai percorso una maratona vera e propria ma ha percorso ogni tipo di gara e manifestazione in tutta Pistoia, nel lucchese, a Bergamo, in svariate parti della Toscana e perfino ad una mezza maratona a  Merano tra gli alberi di mele.
Molto attivo nel capo sociale della squadra; infatti spesso lo avete trovato al ristoro a darvi una fetta di melone alla Notturna di San Jacopo o alla cassa della nostra Maratonina di Pistoia.
Nel 2014 ha deciso di smettere di correre e di dedicarsi a lunghe passeggiate nei percorsi delle varie gare domenicali.
Sempre nello stesso anno ha deciso di portare un ragazzo di appena 14 anni nel campo del podismo che successivamente è stato “allevato” dal CA.I. Pistoia e a cui è riuscito a trasmettere la passione della corsa, del podismo e delle soddisfazioni che possono nascere dall’appartenenza ad un gruppo.
Spero quindi che il nostro caino sia orgoglioso di questo piccolo ma grande gesto, perché sia io che tutto il gruppo dell’amministrazione siamo fieri di avere una persona nel nostro gruppo che afferma:” Rimarrò nel CA.I. finché non moio, sperando che continui ad esistere anche dopo.”
 

NUOVA SEZIONE

Vi annunciamo che da domani potrete vedere  sul nostro sito articoli dedicati ai “NOSTRI caini VETERANI”: atleti che continuano a correre, camminare e in alcuni casi anche competere agonisticamente quotidianamente.
Quindi se sei un veterano caino ti consigliamo di controllare ogni tanto la nostra Home e guardare se proprio tu sei il protagonista del nostro articolo.
Inoltre continueremo ad aggiornare settimanalmente la nostra rubrica su “I NOSTRI ATLETI”, che ha la stessa struttura e obiettivo.
Speriamo che possiate apprezzare questo nostro nuovo impegno, ma soprattutto vorremmo cercare di accendere ricordi podistici ormai lontani.
Forza CA.I., sempre.

I NOSTRI ATLETI

Oggi siamo onorati di poter dedicare questo articolo ad un atleta che  grazie alla sua bravura e passione, sia in gara che fuori, ma anche alla sua incredibile umiltà e voglia di mettersi in gioco si è distinto tra tanti atleti del podismo locale e anche del nostro formidabile gruppo. Tale figura non può che essere: Giuseppe La Porta.
Insidiatosi nel CA.I. a partire dal 2012, non lo ha mai mollato migliorando le sue prestazioni gara dopo gara e partecipando a centinaia di competizioni in giro  per l’Italia e per il mondo.
Tutto ebbe inizio con la “Panoramica” di Quarrata, per poi passare ai “5 Frantoi”, la maratonina di Pistoia e sempre nel suo 1° anno caino, da infortunato, senza mai averne percorsa una e con la compagnia di Placido Panariello affrontò la maratona di Firenze. Quest’ultima è stata soltanto una delle sue svariate avventure col suo grande amico caino Placido, dimostrazione di un’amicizia bella e invidiabile che si è proprio costruita km dopo km: i due caini infatti si sono iscritti insieme sia al nostro gruppo che a quello dei Maratonabili.
Nella sua carriera però, il nostro Beppe ha collezionato una lista di gare veramente lunga e bella e tra le più importanti ed emozionanti troviamo: la Pistoia-Abetone che ha percorso dal 2015 fino all’ultima edizione, entrando così nell’albo d’oro, la Super Maratona dell’Etna nel 2016, il Passatore nel 2018 e decine di maratone tra cui Parigi (2014), Cracovia (2015), New York (2018), Firenze (5 edizioni con i maratonabili), Rimini(2017), Trieste (2016) dove colleziona il suo personale di 3h 6′ e 4 gare di Thriatlon, nate come gioco di forza, tra cui l’Olimpo di Lerici nel 2018.
Inoltre ci teniamo a ricordare che Giuseppe è anche uno degli atleti che annualmente si classifica sempre tra i primi 10 nel campionato interno e anche tra i caini più premiati nelle gare domenicali limitrofe e sparse in Toscana in cui il CA.I. fino ad ora è sempre stato presente.
Durante l’intervista, data la massiccia quantità di gare, spontaneamente, gli abbiamo anche chiesto qualche risultato agonistico da raccontarci ma lui ci ha risposto dicendoci:
“I risultati non contano (nonostante si classifichi spesso nella zona di premiazione) perché la vera soddisfazione nella corsa non è la premiazione ma il divertimento, la spensieratezza e soprattutto la sfida da affrontare; come ad esempio quella di arrivare in cima all’Etna partendo dalla riva del mare percorrendo 43 km di pura salita, ma anche salire fino all’Abetone a piedi e partire in migliaia al Passatore per poi cimentarsi in una competizione solitaria contro se stessi”. Inoltre aggiunge: “Un altro elemento bellissimo della corsa, che però ho riscoperto all’estero, è il pubblico, il quale ha spinto me e tutti gli altri caini nella maratona di New York rendendo questa esperienza indimenticabile”.
Da parte di tutto il CA.I. sappi che sei un nostro orgoglio, un punto di riferimento per tutti i novellini e un modello da cui prendere ispirazione.

I NOSTRI ATLETI

Tra i nostri atleti ci sono anche numerose atlete e una di queste fantastiche sportive è indiscutibilmente Maida Mei.
Iniziò a corricchiare insieme ad un’amica nel 2003, ma solo nel 2006, accorgendosi del proprio potenziale si unì ad una società: la Silvano Fedi. Durante le gare, però, era sempre affiancata da alcune nostre atlete come Franca e Patrizia e perciò a partire dall’anno successivo decise di avventurarsi nel CA.I. Pistoia.
Da quel momento è diventata semplicemente un orgoglio caino che giurando fedeltà alla squadra, ha percorso migliaia di kilometri con la nostra maglia.
La sua “gara di iniziazione” (e anche quella preferita) è “La Valle del Serpente” a Campiglio e nella sua carriera ha percorso centinaia di gare, classificandosi così ogni anno tra le prime posizioni femminili del campionato interno. Tra queste competizioni ha anche percorso 2 maratone: quella di Terni nel 2014 (insieme alla grande amica Franca) e quella di Roma nel 2015. Si è anche avventurata nella Pistoia-San Marcello (30 km) 7 volte e nell’edizione del 2017 è riuscita a classificarsi come 7° donna assoluta diventando così una delle donne CA.I. più vincenti di sempre.
Oltre a questa grande soddisfazione, la nostra Maida ne ha collezionate tante altre tra cui un 1°  e un 4° piazzamento nel trail di Rio Marina nell’Isola d’Elba (24 km) sempre nel 2017, un oro a Frassigani, un bronzo a San Mommè, a Spedalieri, alla Valle del Serpente, ad Orsigna e tantissime altre.
Come avrete capito, stiamo parlando di un atleta che quasi sempre rientra nelle premiazioni ma nonostante ciò la nostra caina afferma che: “Mi fa piacere rientrare spesso in classifica; però la bellezza di questo sport non sta nel vincere, ma nel poter essere affiancata dai miei compagni ed amici ad ogni competizione e quindi  potermi divertire insieme a loro.” Inoltre: “La corsa, col passare degli anni, è diventata una droga che oltre a darmi soddisfazioni personali, riesce a farmi capire ogni volta dove si spingono i miei limiti e la vera sfida sta proprio nel provare a superarli”.
Sappi che per noi sei una delle colonne portanti sia nell’agonismo caino che nella parte femminile della nostra grande famiglia.