LE NOSTRE LEGGENDE: ENRICO TONI

Per iniziare la nostra nuova rubrica non potevamo che scegliere lui: Enrico Toni. Classe 1963 ed iscritto al C.A.I. negli anni 80.
La sua carriera da podista è iniziata però nella Silvano Fedi dove è rimato per 4 anni, per poi trasferirsi col padre Luciano Toni, il suo più grande sostenitore ed amico, nella Marathon Club per esigenze.
La sua storia è veramente bella ed è iniziata di punto in bianco alla tenera età di 13 anni: mentre tornava da una vacanza a Cireglio  col bus, su un seggiolino trovò un volantino della Pistoia-Abetone. Da lì, per gioco e spirito avventuriero, coinvolgendo anche il padre, si avventurò nella prima tappa della Pistoia-Abetone, cioè Le Piastre. La sfida lo coinvolse così tanto che dopo due anni arrivò addirittura a terminare la Pistoia-Abetone (a soli 15 anni).
Da lì nacque una passione tale che iniziò a gareggiare sempre di più ed ad allenarsi insieme ad un suo grande amico, Fabrizio Gori, spingendosi a correre anche la notte dopo aver lavorato.
A poco più di 20 anni si iscrisse alla sua squadra del cuore: il C.A.I.
Da quel momento ci fu un notevole cambiamento nei suoi allenamenti che lo portarono ad un livello agonistico talmente elevato da aggiudicarsi, oltre che a innumerevoli vittorie e ottimi piazzamenti,  il titolo di “leggenda caina”.
Nel 1988 conquistò anche la 1° posizione nel campionato interno del C.A.I. battagliandosi fino all’ultima competizione con un altro caino: Luca Gianini, ma anche Ratti e Moreno Biaggi.
Il massimo punto di carriera è nel 1989, anno in cui vinse una  rinomata competizione: la Maratona del Chianti. Alla fine della gara e successivamente venne intervistato dalla RAI e dalle tv locali dove tutti si chiesero: “Come ha fatto un caino ad arrivare fin qui, vincendo con la bellezza di 8 minuti sul secondo classificato?”
Proprio perché fece conoscere il C.A.I. a tutti, valorizzandolo al massimo, è stato ed è tutt’ora una delle nostre più grandi soddisfazioni caine,
Tra le sue più importanti vittorie sicuramente troviamo la vittoria del Trofeo 5 Fontane (18 km) e quella della maratona di Villa Marina.
Ma la competizione in cui registrò il suo miglior tempo fu la maratona di Livorno in 2h 29′ con un bellissimo 6° posto assoluto.
Tra le sue migliori prestazioni troviamo anche:
1h 11′ in una mezza maratona e 30′ 45” in una 10 km dove per lo più si piazzò 17° assoluto.
Da come avrete capito stiamo parlando di un grande campione che però ha ammesso che nella sua carriera avrebbe voluto fare anche più  gare internazionali come ad esempio la maratona di New York, ma ammette che nel suo cuore le gare che lo hanno segnato e che porterà sempre con sé sono: la Pistoia-Abetone che è stata la sua 1° vera competizione, la Fognano Ponte di Rigoli e tra le sue più belle esperienze sicuramente ricorda la 1° edizione della Firenze Marathon (2h 39′).
Purtroppo nel 2011 la sua carriera terminò per un grave infortunio in una gara a Torbecchia che secondo lui, lo ha reso “uno dei tanti”; per noi però sarà sempre uno dei più grandi atleti e campioni che il C.A.I. abbia mai incontrato.
Il legame che aveva col nostro grande gruppo podistico era a dir poco bellissimo, caratterizzato da un’amicizia dello stare insieme, del sudare insieme e di condividere i risultati con tanta passione e dedizione da parte di tutti i compagni.
Concludiamo con una sua frase semplice, ma piena di significato:
“La corsa insegna la vita e solo con la fatica e col sacrificio si arriva ai risultati perché le scorciatoie non portano a nulla”.

NOVITA’: LE NOSTRE LEGGENDE

A partire da domani sarà disponibile una nuova tipologia di articoli dedicati a degli atleti che hanno rappresentato con le loro avventure ed esperienze podistiche il C.A.I. intitolata:
”LE NOSTRE LEGGENDE”
Grazie a loro, il gruppo podistico ha toccato gli apici della sua storia e perciò vi ringraziamo anticipatamente  per la vostra passione e dedizione verso il nostro gruppo.

AGGIORNAMENTO MARATONINA DI PISTOIA

Buonasera amici runners.
Il consiglio direttivo C.A.I. insieme al nostro presidente, ha
valutato che le condizioni che portarono un anno fa a dover rinviare l a nostra cara mezza di Pistoia, si stanno confermando anche nel corrente anno, proibendo di fatto una sicurezza di poter fare la corsa del 21 marzo 2021, stante le attuali diposizioni.
Valuteremo se possibile fare la maratonina sempre nel corso del corrente anno, ovvero rinviarla ulteriormente al prossimo anno.
Tutto ciò anche per non andare a conflittuare con altre gare del 2021, che sicuramente saranno tante alla riapertura ufficiale delle competizioni.
Buona gamba a tutti

DISPONIBILITA’ TESSERAMENTO

Vi comunichiamo che a partire da oggi 5 gennaio 2021, per tutti gli atleti caini agonisti e non, sarà disponibile la tesserazione FIDAL e UISP. Invitiamo quindi tutti gli interessati, a contattare il nostro amministratore Luciano Giovannini al numero: 329 153 8514 oppure scrivere all’indirizzo email: ilpodistacaino@gmail.com in modo da poter fissare un appuntamento nella nostra sede.

PS: Ci teniamo a ricordarvi che quest’anno le attività sportive legate al podismo sono molte incerte; di conseguenza consigliamo di valutare tale scelta ed eventualmente di effettuare la visita medico sportiva.

Fidal 2021: nuovo sostegno a favore del tesseramento degli atleti -  Runner's World Italia

AGGIORNAMENTO FIDAL

FIDAL COMUNICATO n. 12/2020
SOSTEGNO ALLE SOCIETA’
Facendo seguito al Comunicato del 5.12.2020 e della delibera del Consiglio Regionale, si informano le società Toscane affiliate nell’anno 2020 che:
– in data 29/12/2020 abbiamo provveduto a restituire, sul conto on-line di ciascuna società, la quota di spettanza della Fidal
Nazionale relativa all’affiliazione 2020;
– entro il 31/12/2020 sarà rimborsata quale contributo, sul conto corrente di ciascuna società indicato in sede di riaffiliazione
e già ad oggi riaffiliata per l’anno 2021, la quota regionale di riaffiliazione per l’anno 2021;
– per tutte le società che si riaffilieranno tra il 1/1/2021 e il 31/12/2021, l’accredito del contributo, sul conto corrente della
società, sarà effettuato il giorno 15 del mese successivo alla data di effettiva riaffiliazione;
– entro il 31/03/2021 sarà rimborsata quale contributo, sul conto corrente di ciascuna società indicato in sede di riaffiliazione
e riaffiliata entro il 31 dicembre per l’anno 2021, la quota regionale relativa al tesseramento degli atleti juniores m/f
tesserati fino al 31 dicembre 2020; per i tesseramenti juniores successivi, il contributo sarà erogato con cadenza trimestrale.

VECCHI RITROVAMENTI

Non c’è immagine più bella di questa per continuare a farvi i nostri più cari e calorosi auguri. Solo i veri caini riconoscono questo “evento” che non è niente di meno che la famosa corsa dei Campanelli (di giusto qualche annetto fa). Essa consisteva in un “allenamento festoso”, dove i nostri atleti e non, insieme a parenti ed amici partendo dalla nostra sede, correvano per le strade della nostra bellissima Pistoia facendo gli auguri alla città. Forse alcuni di voi si staranno chiedendo in che modo, ma pensiamo che questa frase sia sufficiente: “Suona il campanello e scappa”.
Speriamo comunque che dalla prossima festività ( non per forza natalizie) potremo riorganizzare questa bellissima iniziativa per incontraci e correre di nuovo tutti insieme, come una volta.
Buona gamba e buone feste a tutti voiiiiiiii.

BUON NATALE DAL C.A.I.

  

Questo del 2020 è un anno assai particolare, rintanati nelle nostre case, lontani dai parenti, senza grandi cenoni e brindisi ma soprattutto senza gare ed allenamenti caini.
Nonostante questo clima non tanto gioioso, il presidente del CA.I. Pistoia Roberto Bonistalli insieme a Giovanni, Niccolò e tutti i membri del consiglio direttivo del nostro gruppo AUGURANO A TUTTI I CAINI E NON di passare delle buone feste, con la raccomandazione di rispettare il più possibile tutte le norme anti-Covid in modo da potersi riabbracciare e correre insieme il prima possibile.
A prestooooooo!!!
PS: cercate di non passare tutte le feste seduti a tavola!!!

Continua la lettura di BUON NATALE DAL C.A.I.

I NOSTRI ATLETI

Questo articolo lo vogliamo dedicare ad un’atleta che ha fatto tanto per il nostro gruppo sia da un punto di vista agonistico che sociale. Una colonna portante del C.A.I., tra le più grandi atleti caine e una donna che è sempre pronta a mettersi in gioco: Simonetta Bucci.
Iniziò a correre a 30 anni e la sua prima gara fu la nostra cara “Marcia dei Giganti” in cui si innamorò follemente della passeggiata e soprattutto della corsa.
Si iscrisse al CA.I. nel 1997 e cominciò a brillare sin dal suo arrivo, concludendo come 3° assoluta nella Pistoia-San Marcello e l’anno successivo come 5° assoluta nella Pistoia-Abetone con un gran tempo: 5h 44′.
Queste sono solo 2 delle centinaia di competizioni a cui ha partecipato durante la sua carriera. Tra le più iconiche sicuramente troviamo : il trittico di Romagna in cui si è piazzata 6° donna assoluta nel 2012 percorrendo la 50 km di Romagna con un personale di
4h 30′, la Pistoia-Abetone (4 edizioni), la maratona di: Firenze (4 volte), Livorno, Pisa (2° piazzamento nel 2012), Ferrara, della Mune, ma anche la Sky Race, una corsa di 30 km sulle Dolomiti in cui si classificò 4° assoluta e il Passatore, una gara che a suo parere oltre ad essere bella ed emozionante è anche molto strategica perché essa si svolge in due tempi con il passaggio ad una notturna in cui si è contro sé stessi sia fuori che dentro di sé. Intrapresa per ben tre volte tra il 2010 e il 2012: la prima provata per divertimento insieme alla nostra Franca Tosi ma non conclusa a causa di un infortunio dopo il 70° km, la seconda terminata in 12h e la terza finita in 11h.
Insoddisfatta di queste “poche” bellissime esperienze podistiche si è voluta dedicare anche all’atletica leggera tra il 2010 e il 2013 partecipando a gare del campionato italiano master (indoor), piazzandosi tra le prime 10 donne regionali e partecipando alla fase di accesso agli europei ad Ancona con un tempo di 2′ 37″ sugli 800 metri, non che fonte di grande soddisfazione sia personale che per tutto il gruppo. Attualmente si è dedicata anche al trhiatlon.
Ovviamente la nostra Simonetta, come la maggior parte dei nostri atleti, ha partecipato, nei vari anni, a tutte le gare site in Pistoia e dintorni arrivando addirittura un anno ad essere prima assoluta (uomini compresi) nel campionato interno del CA.I. e quasi sempre a premiazione con innumerevoli bronzi, argenti ed ori tra cui ricordiamo la gara della Valle del Serpente, Santo Moro e Barile.
Come detto all’inizio dell’articolo, oltre a dedicarsi alle gare in cui afferma: “Ho sempre corso con l’obbiettivo di migliorare la mia prestazione e mai di vincere ma anche perché la corsa è salute, vita e felicità.”; si è anche presa cura del gruppo e della nostra sede facendo parte dell’amministrazione per 4 anni, dedicandosi a tutto ed in particolar modo al nostro bellissimo abbigliamento.
Ci sentiamo inoltre in dovere di accennare il fatto che questa piccola ma grande atleta non è niente di meno che la cugina di un nostro caro fondatore, Alberto Bucci: una persona fiera che ha dedicato anima e corpo col perenne obiettivo di stare insieme fin dalla fondazione del gruppo podistico C.A.I. Pistoia generando in questo modo tanto bene e una grande intesa che tutt’ora esiste tra i nostri atleti, vecchi e nuovi.
Infine, parlando del CA.I: “E’ un gruppo apolitico e ciò lo rende bellissimo perché non esiste alcuna discriminazione; uno dei tanti esempi può essere il pranzo sociale in cui non si premiano solo i top runners, ma anche chi s’impegna nel percorrere più km, correndo o meno”. E:”Il C.A.I. è pura solidarietà e un luogo in cui le porte sono sempre aperte sia per chi entra che per chi esce; soprattutto grazie al nostro carissimo e grandissimo presidente Roberto“.
Speriamo di averti reso onore con queste poche parole, ma sappiamo con certezza che un articolo non basterebbe per parlare di tutto ciò che hai fatto e che fai per il nostro gruppo. GRAZIE!!!

I NOSTRI VETERANI

E’ giunto il momento di parlarvi di un’altra nostro grande veterano: Piero Esposito.
Ha iniziato a correre per una “spinta di salute” e la sua prima vera squadra podistica è stata la Fedi dove dopo un anno decise di abbandonarla per il poco attaccamento al gruppo. Successivamente grazie alla spinta di Ruffoli Roberto e a una passione per lo sport in generale ha iniziato a far parte dei caini, senza mai tradire i nostri colori.
Nella sua carriera ha partecipato a centinaia di competizioni, la maggior parte delle quali a Pistoia e nei dintorni. Egli ha anche corso però in Romagna, Lombardia, presso il lago di Garda e persino sulla diga del Vajont. Tra le sue più grandi e dure avventure sicuramente vi è il Passatore, affrontato con successo nel 1987, la partecipazione a 3 edizioni della Pistoia-San Marcello, a 5 della Pistoia-Abetone (competizione corsa fino al 2001), alla 50 km di Romagna, alla Porretta Corno alle Scale e a 10 maratone tra cui quella di Livorno, di Garda, del Mugello e di Firenze per ben 4 edizioni.
Oltre a queste competizioni di grande spessore a livello nazionale, questo nostro grande veterano caino si è avventurato anche in varie competizioni fuori dal nostro paese come: la maratona di Parigi (1986), di New York (1988) e di Varasvy in Iugoslavia (1986).
E’ inoltre da segnalare la splendida amicizia che tutt’ora esiste con altri due grandi caini: Ezio Cipolloni e Marco Corsini, con cui ha vissuto una miriade di avventure podistiche, tra cui la competizione “Prato Bocca di Rio” e la passeggiata del Vajont.
Ma tra le sue gare preferite sicuramente troviamo: “Le 5 fontane”, una classica gara pistoiese degli anni 80′, ma anche “Il Ghibellino” e “La passeggiata pistoiese”.
Tra i suoi personali invece abbiamo: uno splendido tempo nella maratona di Firenze del 1988 di 2h 49′, nella Pistoia-Abetone del 1987 di 4h48′ (all’epoca 53 km) piazzandosi come 46° assoluto, nella mezza di Signa del 1987 di 1h 20′ e nella 12x1ora del 1988 dove ha percorso  ben 16km.
Come suo miglior piazzamento nella carriera podistica è sicuramente un meritatissimo 7° posto in una gara a Pescia ma anche una continua persistenza tra le prime posizioni del campionato interno fino al 1992 con una media tra i 700 e i 1000km.
Oggi il nostro caro veterano continua a partecipare alle gare domenicali, passeggiando insieme al nostro presidente Bonistalli e ad altri amici caini; ma fino all’anno scorso anche lui ha sempre continuato a dare il suo meglio nelle varie competizioni.
Inoltre vorremmo ricordare la sua grande attività all’interno dell’amministrazione caina in cui troviamo anche sua moglie Anna, la sua più grande sostenitrice, fin da sempre.
Infine parlando del C.A.I; ci ha detto che:” Il rapporto col gruppo è da 10, soprattutto grazie al presidente che come un grande leader, si sacrifica per tutti gli altri e ha sempre fatto tutto il possibile per la nostra sede”.
A te, caro Pierino, possiamo solo dedicarti un profondo GRAZIE.